Il laboratorio

DURATA DEL LABORATORIO

4 mesi: Dal 17 settembre al 17 gennaio

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO

Ogni partecipante avrà accesso a un forum protetto da password all’interno del quale potrà condividere le proprie foto, commentare quelle degli altri e confrontarsi su argomenti relativi alla fotografia.
Ogni settimana verrà assegnata un’esercitazione pensata per sviluppare la tecnica fotografica e il linguaggio visivo. Contemporaneamente ogni partecipante dovrà sviluppare un progetto personale e consegnare una serie di foto unite da un tema e coerenti per formato.
Le immagini verranno discusse collettivamente all’interno del forum e ogni mese avrete il mio feedback personale sul lavoro prodotto.

Sia le esercitazioni settimanali che quelle mensili riceveranno una valutazione (il voto non verrà basato sulla qualità oggettiva dell’immagine, perchè non avrebbe alcun senso ai fini del laboratorio, ma dipenderà dall’aderenza al brief e al rispetto dei tempi di consegna).
Chi raggiungerà al 17 di gennaio un punteggio pari al 75%, avrà accesso a un workshop gratuito di una giornata che si terrà il 26 gennaio a Bassano del Grappa.

Il workshop è una cosa in più, al di fuori del GSFP e che non è coperta dai costi dell’iscrizione: invece di pagare il mio tempo con dei soldi, lo fate con le foto e con l’impegno e mi sembra una cosa carina per premiare chi si impegna in modo costante.

IL PROGETTO PERSONALE

Lo scopo principale di questo laboratorio è quello di trovarvi tra le mani, alla fine del percorso, un progetto personale fatto e finito.
Il 25 di ogni mese dovrete consegnare un minimo di 2 e un massimo di 4 foto, unite da un tema e portate avanti con un formato e con un linguaggio coerenti.
Molti mi scrivono dicendo di avere problemi a trovare la propria voce, fotograficamente parlando, e secondo me queste foto possono aiutarvi a farlo.
Idealmente, le foto che avrete di fronte a voi dopo il GSFP saranno diverse da quello che avete fatto finora, da quello che gli altri postano su Flickr, da quello che voi credete di dover fare.
Queste saranno la spina dorsale del laboratorio e ogni mese dovrete presentarle agli altri e io mi prendo l’impegno di aiutarvi a scegliere un progetto e aiutarvi ad arrivare a un risultato di cui essere fieri.
Il grosso del lavoro sarà comunque compito vostro: maggiore sarà il vostro impegno e la vostra costanza, più accurato sarà il mio feedback. In nessun caso sarà compito mio dirvi se quello che state facendo è “giusto” o “bello”: il mio ruolo in questo processo è quello di aiutarvi a sviluppare gli strumenti che vi permettono di lavorare da soli.
Abbiamo messo a disposizione 20 posti a tariffa scontata per chi non desidera lavorare a un progetto personale ma vuole solo fare le esercitazioni: avrete comunque la possibilità di aiutare chi sta lavorando a un progetto e seguire i progressi dei vostri compagni

LE ESERCITAZIONI SETTIMANALI

Se le esercitazioni mensili dovranno procedere come un progetto unico (per cui con un formato che manterrete costante), qui è dove potrete sperimentare tutto quello che vi pare, in termini di soggetto, formati e tecniche.
Ci saranno esercitazioni pensate per esplorare un elemento specifico, esercitazioni pensate per migliorare la tecnica ed esercitazioni per buttare la tecnica dalla finestra e divertirsi.
Queste esercitazioni saranno strutturate in modo tale da essere sviluppate a livelli diversi a seconda delle vostre capacità di partenza e dalla vostra attrezzatura.
Non commenterò personalmente le esercitazioni, ma darò un feedback generico: questa è anche la palestra dove imparerete a commentare le foto altrui in modo strutturato e utile.
Per quelli che hanno scritto di voler capire se vogliono diventare fotografi professionisti: rispettare una scadenza e consegnare un lavoro seguendo un brief è la base della professione, potrebbe essere una buona occasione di verificare se sapete tenere il passo.

I MATERIALI AGGIUNTIVI

Nel corso dei mesi andrò ad aggiungere letture, tutorial, interviste e materiali di supporto.
A volte parlerò di tecnica, altre volte di elementi della fotografia che non hanno niente a che vedere con i megapixel.
Se quando posto qualcosa avete commenti, suggerimenti, link interessanti, domande o considerazioni che vi vengono in mente… sentitevi liberi di partecipare. Dove? Nel forum.

IL FORUM

Lo strumento più importante dell’intera operazione è il forum.
Uno dei limiti dei corsi di fotografia è quello di suddividere le persone a seconda del livello tecnico e se questo ha indubbiamente alcuni vantaggi, trovo però che nel confronto tra persone con capacità di verse ci sia una ricchezza enorme. Vedetela come se fosse un corso di lingua: invece di essere una classe in cui viene spiegata la grammatica, verrete mandati in vacanza per 4 mesi in un paese che parla una lingua straniera. Quando andrete al ristorante tutti assieme, chi già parla un pochino riuscirà a cercare di farsi dare il numero dalla cameriera, mentre chi è agli inizi leggerà il menu col vocabolario in mano per evitare di trovarsi a dover mangiare stomaco di pecora con contorno di cavallette. In una situazione di questo tipo, chi ha più esperienza può aiutare a tradurre le parole per chi non parla ancora bene, ma contemporaneamente chi è all’inizio può aiutare chi parla bene la lingua ma non saprebbe mai scegliere il vino giusto per il piatto che ha ordinato.

Sarete abbastanza liberi di usare il forum come meglio credete e troverete indicazioni più specifiche all’interno del forum stesso, ma ho passato abbastanza tempo su internet negli ultimi 14 anni da poter anticipare la mia posizione su alcune dinamiche:
1) Non sono la vostra mamma: se litigate con Tizio, Caio o Sempronio perché vi ha detto che non gli piace la vostra foto, non ritengo stia a me dirgli “brutto cattivo”. Siamo tutti bambini grandi, ce la possiamo fare. Spesso una persona percepita come aggressiva è solo qualcuno che non ha molta familiarità con la parola scritta.
2) Se vi innamorate tra di voi e figliate, mi arrogo il diritto di decidere il nome del pupo.
3) Il forum non è una democrazia. Siate invitati a sentirvi il più possibile a casa vostra, ma non dimenticate mai che siete ospiti a casa mia e che mi aspetto che siate in grado di essere civili anche nel dissenso.
4) Ho deciso di non rendere questo forum visibile agli esterni perché secondo me è importante avere un posto dove poter postare esperimenti fotografici orribili senza che vengano associati al vostro nome. Siate carini e rispettate la privacy delle altre persone e limitatevi a pubblicare fuori dal forum solo quello che avete fatto voi personalmente. Però tenete a mente che, per quanto protetto, è comunque Internet: se uccidete qualcuno, postate prove incriminanti e il vostro compagno di banco vi denuncia alla polizia, io me ne lavo le mani (mangiando muffin)
5) muffin

ARGOMENTI TRATTATI

Anche se nel corso del laboratorio verranno occasionalmente forniti tutorial, link di approfondimento e indicazioni su argomenti specifici, non si tratta di un corso, in cui vengono fornite delle nozioni e voi leggete un pdf pensando di aver capito. Quello che faremo è un po’ diverso: verranno assegnate delle esercitazioni che sono pensate per lavorare a un argomento specifico. Sarete voi a decidere quanto approfondire, a seconda delle vostre capacità, del tempo che vorrete dedicare alla fotografia in queste settimane.
Le esercitazioni verteranno su esposizione, qualità della luce, bilanciamento tra fonti luminose diverse, inquadratura, narrazione, il movimento, uso del colore, composizione, set di illuminazione specifici, editing fotografico.

COSTO

La quota d’iscrizione è di 260 euro (iva compresa) per la formula “solo esercitazioni” e 300 euro (iva compresa) per la formula “progetto ed esercitazioni

Tariffa promo: se vi iscrivete entro il 21 giugno 2018 la quota promozionale è di 250 euro (iva compresa).

La partecipazione al GSFP è soggetta all’approvazione del docente. Nel caso in cui la richiesta venisse giudicata non idonea, la quota eventualmente versata  verrà restituita nella sua interezza
Disdetta: se per qualsiasi motivo deciderete di non partecipare prima dell’inizio del laboratorio e me lo comunicherete entro il 15 agosto 2017, la somma vi verrà restituita interamente. Se me lo comunicherete entro il 1° settembre 2017, vi verrà restituita al 50%.
Dopo questa data la somma di iscrizione non vi verrà restituita (ai sensi dell’art. 57 D.Lgs. 206/2005).
Quello che posso fare è mettervi in contatto con chi si dovesse essere iscritto in lista d’attesa: vi fate ridare i soldi dell’iscrizione da lui/lei e tutti sono felici. Se smettete di partecipare durante il laboratorio… non ci posso fare niente.

La partecipazione al GSFP è soggetta all’approvazione da parte di Sara Lando e a suo insindacabile giudizio. In caso di mancata approvazione, l’intera somma eventualmente versata per l’iscrizione verrà restituita completamente